La pelle

La pelle allo stato naturale è scarsamente utilizzabile, perché soggetta a putrefazione ed alle variazioni di temperatura (dura e rigida alla basse temperature, molle e flaccida a quelle elevate). 
La concia ha la funzione di eliminare questi inconvenienti, utilizzando opportune 
sostanze di origine vegetale, animale o sintetica. 
Si divide in tre strati a partire dall’esterno: epidermide(1%), derma (85%), 
strato sottocutaneo (14%). 
L’epidermide con i suoi annessi, come i peli, viene normalmente eliminata, 
dato che non serve tranne che in pellicceria, la carne che contiene i grassi, 
viene anch’essa asportata (spaccatura in trippa) e serve a dividere 
la “CROSTA” dal "FIORE".
 

La CROSTA è formata principalmente solo da sostanze grasse e, rappresentando uno scarto di lavorazione per la pelle d’arredamento, ha un costo molto basso, per intenderci, è la “vera pelle” che riveste normalmente i salotti da 1.500 a 4.000 euro di prezzo, di qualsiasi marca siano, ma, non avendo fibre, ha una bassa resistenza all’usura e una durata media di 4/6 anni. 

Il FIORE o DERMA, è lavorato per ottenere la pelle conciata o cuoio.  
E’ costituito da fasci di fibre composta da “fibrille”più fini che si intrecciano fra loro formando una rete di tessuto. 
La rete è molto fitta nella parte superiore, mentre è meno densa nella parte sottostante. 

 

Le pelli vitellone pieno fiore più usate nell'arredamento sono:
 

PELLE ALL'ANILINA
La più pregiata, chiamata spesso anche pelle naturale poiché è, tra tutti, il tipo di pelle dall’aspetto più naturale in assoluto, priva di qualunque rifinizione coprente, è per lo stesso motivo, anche la più delicata

PELLE NABUK
Aspetto e tatto vellutato - Molto morbida, calda e naturale - Soffice e traspirante. un elegante pellame tinto all’anilina, con un caratteristico aspetto velour (leggera scamosciatura).

SEMI-ANILINA
La pelle alla semi-anilina risulta più resistente di quella all’anilina, pur conservando il tipico aspetto naturale di quest’ultima.

PELLE RIFINITA A PIGMENTO
Detta anche pelle pigmentata, è la più resistente, ma anche quella dall’aspetto meno naturale riconoscibile dal colore coprente ed uniforme.

Curiosità: la superficie ottenuta sommando tutte le fibrille contenute in un grammo di cuoio raggiunge i 250 metri quadrati! E’ una pelle molto resistente all’usura, ha bisogno di essere ritrattata dopo 15/30 anni.

Capita a volte in un salotto, che la maggior parte della pelle non sia più recuperabile, perché sfibrata o rotta, diventa quindi antieconomico il trattamento rigenerativo. 

Infatti sommando il costo di 12/16 riparazioni al costo della rigenerazione della pelle, si ottiene un prezzo simile a quello di sostituzione completa  del pellame di  tutto il salotto. 

rinnova salotti

 è in grado di offrire, grazie al rapporto diretto con la conceria, un listino che, a pari qualità, risulta molto conveniente.Pari qualità certo, perché il confronto è fondamentale farlo prestando molta attenzione alla qualità che ci viene offerta. Per aiutarvi ad effettuare una scelta consapevole, spieghiamo, in due righe, come è fatta la pelle.

rinnova salotti
utilizza esclusivamente pelli lavorate dal lato fiore,
pelli che si distinguono per morbidezza e garanzia di durata, quale i nostri clienti sono abituati. 
D’altronde sono le stesse pelli che abitualmente troviamo sui loro salotti.

L’articolo viene sfoderato e scucito per prenderne le misure perfette, preparato il modello, passiamo a rieseguire l’articolo curando e rispettando il modello originale.
Ogni piccolo particolare viene studiato, misurato, in modo da ottenere il risultato migliore possibile. 
Non è un caso che il nostro laboratorio abbia la qualifica di:

 ←Torna a INFO GENERALI                              Numero verde:    800 057940                                 Vai a I SALOTTI→